Università degli Studi di Pavia - Nucleo di Valutazione

Home

Home > Progetti > S.I.D. > Premessa S.I.D.

Premessa progetto S.I.D.

Essendo l’università un sistema complesso con compiti delicati e d’importanza strategica per lo sviluppo culturale, economico e sociale del nostro paese, le problematiche relative ad una sua più efficiente ed efficace gestione hanno assunto, negli ultimi anni, una crescente rilevanza legata ad una serie di motivi:

- la necessità di mantenere alti gli standard del sistema che prepara le risorse umane in un contesto di forte scambio e competizione nazionale ed internazionale;

- le difficoltà economico-finanziarie che caratterizzano da alcuni anni il nostro Paese e che impongono alle Amministrazioni pubbliche di gestire i propri servizi secondo criteri di economicità;

- i conseguenti meccanismi di erogazione delle risorse previsti dalle nuove normative che introducono una correlazione tra distribuzione delle risorse e risultati conseguiti;

- le innovazioni introdotte dalla legislazione universitaria (diplomi, nuovi ordinamenti, budget d’Ateneo, ecc.), i cui effetti dovranno essere attentamente monitorati per una corretta programmazione futura;

- il crescente peso dell’autonomia degli Atenei, che dovrà essere sostenuta e qualificata attraverso la definizione di strutture più snelle ed agili a cui, peraltro, corrisponda un processo di responsabilizzazione degli operatori universitari.

Lo sviluppo di tale processo implica la predisposizione di strumenti informativi decisionali che consenta la conoscenza del sistema sotto ogni aspetto, “produttivo”, amministrativo, finanziario, edilizio ed organizzativo; solo in questo modo sarà possibile operare scelte di gestione interna adeguate e finalizzate ad una corretta ripartizione delle risorse e ad un’efficace funzionalità dei servizi svolti che permetta un confronto competitivo con le altre realtà universitarie.

Lo stato attuale dell’informatizzazione dell’Università è caratterizzato da disomogeneità di banche dati ed incompatibilità hardware-software tra i vari settori amministrativo gestionali, cosa che rappresenta, senza alcun dubbio, un rilevante ostacolo alla gestione integrata dei molteplici processi d’Ateneo.

Superare tali difficoltà presenta elementi di complessità di tipo:

- tecnologico: si tratta di adottare tecnologie innovative che, da un lato, consentano di creare basi di informazioni (o di integrare quelle esistenti) progettate per favorire la gestione e, dall’altro, per essere condivise dalle diverse ripartizioni amministrative, in modo coerente al provvedimento per l’organizzazione degli uffici e dei servizi centrali dell’Ateneo, approvato dal Consiglio d’Amministrazione in data 28/11/96;

- organizzativo: occorre una ridefinizione logico-funzionale della struttura e la creazione di efficienti canali di comunicazione e di interazione tra settori con culture e “linguaggi” diversi;

- comportamentale: occorre modificare gli atteggiamenti nei confronti della condivisione e dell’utilizzo di informazioni, superando sia il rigetto dei nuovi strumenti di lavoro e l’inerzia a modificare il lavoro gestionale basato su pratiche già acquisite, che le tradizionali barriere funzionali allo scambio di esperienze e conoscenze, sfruttando tutte le possibili sinergie che derivano da scelte coerenti sui diversi piani.

In questa prospettiva, il progetto propone un'integrazione tra dati, la cui gestione attualmente viene effettuata da uffici diversi che utilizzano, anche, procedure informatiche differenti.
 

Mappa del sito | Credits: apnetwork.it